Archivi tag: realtà

Da materia a pensiero, e ritorno

Il bisogno d’illusione è una funzione biologica dell’uomo, e quindi anche un elemento importante della costruzione del nostro mondo; poiché questo mondo non è soltanto un prodotto di fatti materiali, ma in buona parte, certo, anche una creazione del pensiero. Tutte le volte che un fatto materiale, freddo e duro, rinasce tra le amiche nebbie dell’illusione, è una vittoria che il sogno dell’uomo riporta sulla realtà, è la fantasia che trionfa sullo schiacciante predominio dei corpi fisici.
La forza dell’inganno non s’indebolisce mai finché sopravvive il desiderio di felicità; si riconferma così di continuo quell’«onnipotenza del pensiero» grazie alla quale già l’uomo primitivo sapeva difendersi contro i terrori dell’esistenza.

Tratto e ispirato da:

– Capitani, fanatici e ribelli, René Fülöp-Miller
– Un parricidio mancato, Roberto Finelli
– Riflessioni di una panchina affollata, M.Contenti, T.Barbato, F.Candelori

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Io li capisco

Cquote1.png Hai presente il fascio di luce che d’improvviso avvolge l’ospite d’onore e lo separa dal buio? Quella chiazza bianca sul palcoscenico? Mi sono accorto che è piccola, un cerchio minimo. Tutti non ci possiamo entrare. Lì c’è posto per pochissimi. Per gli altri c’è il buio, il niente, al massimo un posto in platea per applaudire chi ce l’ha fatta e crepare d’invidia. A me non piace stare da una parte ad applaudire gli altri. Oggi a nessuno piace. Ma non mi va nemmeno di uscire dal teatro e mettermi a battere chiodi o sudare per due lire come mio padre e mia madre. Io quella luce la voglio. Io li capisco quelli che bruciano le macchine a Parigi. Loro la luce se la fanno da soli, e il mondo li guarda, e il buio non c’è più. E non c’è più questo schifo di vita. Cquote2.png

 

Contrassegnato da tag , , , , , , ,

Biocultura

« Nasciamo, per così dire, provvisoriamente, da qualche parte; soltanto a poco a poco andiamo componendo in noi il luogo della nostra origine, per nascervi dopo, e ogni giorno più definitivamente. » 

Rainer Maria Rilke (1875 – 1926), poeta e scrittore austriaco

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,

Amore ai tempi dell’homo rationalis.

Importanza. Incapacità, necessità e bisogno. Focolare spento, inutile aspettare.
Costante ricerca di collegamenti col mondo.
Irrazionale, tutto qui.
E il desiderio non basta a cambiare la realtà.

Contrassegnato da tag , , , ,